AL PAOLONE LA BINGO FAMILY AMATORI CATANIA DA SPETTACOLO E RIFILA 64 PUNTI ALLA PARTENOPE.

Gli uomini di Coach Vittorio chiudono la gara già nel primo tempo con un parziale di 40-5

 Bingo Family Amatori Catania a valanga sul malcapitato Partenope; il XV allenato da Ezio Vittorio ha surclassato i campani per 64-5, centrando la nona vittoria consecutiva tra le mura amiche e dando una forte spallata alla cocente sconfitta dello scorso turno sul campo del Paganica. Un divario tecnico fin troppo evidente tra le due formazioni, per una partita mai in equilibrio e a senso unico fin dalle prime battute, come testimoniano le cinque mete segnate nei venticinque minuti iniziali. Una squadra, l’Amatori, che sembra ormai aver raggiunto la maturità necessaria per affrontare quei play off che, a tre giornate (due per gli etnei, che il prossimo turno riposeranno), sono sempre più a tiro di schioppo.

Vittorio ripropone in gran parte la formazione scesa in campo nel derby, con Fabrizio Guglielmino

subito titolare dopo l’infortunio delle scorse settimane affiancato da Hliwa e Ardito, con Pezzano sulla linea dei trequarti e Borina da estremo. Partono bene gli ospiti, che dopo pochi minuti hanno la possibilità di portarsi in vantaggio con un calcio di punizione che però Reyna manca di diversi metri. Da questo momento in avanti è un monologo Amatori, che va in meta per la prima volta dopo sei minuti con Roberto Greco, con la trasformazione di Borina che vale il 7-0. Passano nove minuti ed è Cosentino ad andare a segno, prima di una serie di quattro mete segnate nel giro di dieci giri d’orologio con, in ordine, Pezzano, Mazzoleni e Borina, con quest’ultimo sempre molto preciso nelle trasformazioni. Al 30’ arriva l’unico acuto della formazione campana, con la meta trasformata da Reyna dopo una punizione battuta velocemente. Poco prima della fine del primo tempo l’Amatori va nuovamente in meta con Greco, con Borina trasforma portando il punteggio sul 40-5.

I secondi quaranta minuti si giocano su ritmi fisiologicamente più bassi, essendo vittoria e bonus già ampiamente acquisiti. Nonostante ciò, i padroni di casa vanno ancora in meta dopo cinque minuti con Igor Giammario, che precede poi le marcature di Ferrara al 12’, di Gabriele Guglielmino al 33’ e, infine, di Russo allo scadere, per un totale di dieci mete messe a una in favore degli etnei che stabiliscono in questo modo una sorta di piccolo record stagionale.