In casa Amatori Catania si analizza la sfida contro Reggio Calabria. Una partita vinta ma non senza errori anche se poi è arrivata una grande reazioni. Ecco le dichiarazioni dei protagonisti nel Terzo Tempo:

Massimiliano Vinti, team manager dell’Amatori Catania: “Stiamo continuando a crescere e lo facciamo giorno dopo giorno. Non faccio i presuntuosi ma siamo una squadra forte che può competere con chiunque. Il nostro obiettivo è conquistare la serie A; nelle ultime stiamo facendo bene con cinque risultati utili consecutivi, non abbiamo perso contro Benevento e questo è molto importante. Vogliamo continuare su questa strada perché è quella giusta. Oggi abbiamo giocato bene ma ci siamo fatti male da soli, abbiamo reagito bene sul 20-20 dove siamo riusciti ad andare in meta grazie ad uno straordinario Scuderi. Faccio un plauso anche alla doppia meta di Vasta ed alla meravigliosa meta per qualità stilistica di Cosentino“.

Contento anche Davide Vasta autore di due mete: “E’ stata una partita dura, noi però abbiamo fatto il bello ed il cattivo tempo. Per me giocare qui è sempre un’emozione visto che ho giocato qualche stagione su questo campo e so che è difficile per tutti affrontare Reggio Calabria. Sono contento per le due mete realizzate ma sono contento soprattutto per la vittoria e per la conquista del bonus che ci voleva visto che non ci eravamo ancora riusciti quest’anno. Stiamo vivendo un momento magico ma dobbiamo rimanere sempre sul pezzo perché anche oggi, non appena abbiamo abbassato l’attenzione, abbiamo rischiato di compromettere il risultato“.

Autore della più bella meta a livello stilistico, oltre a quella di Scuderi, è Giuseppe Cosentino: “Sono contento per la meta realizzata, ho cercato di sradicare il pallone sulla linea dei 5 metri e ci sono riuscito. Non ho scaricato verso il mio compagno, ho visto un corridoio e ho messo dentro la meta. Stiamo crescendo come squadra, coach Vittorio ci sta dando dei suggerimenti importanti e stiamo cercando di mettere sul campo tutto quello che ci dice. Peccato per non aver dominato la partita, siamo stati ingenui nel far tornare in partita Reggio Calabria anche se loro ci hanno messo il cuore ma sul 20-8 non possiamo far rientrare l’avversario“.