E’ un coach Vittorio arrabbiato e deluso per la sconfitta della sua Amatori Catania contro Partenope. Uno stop inatteso e bruciante commentato così dall’allenatore di Catania:

Sconfitta inspiegabile, un secondo tempo che non riesco a capire dopo aver dominato il primo, la vittoria sarebbe dovuta essere la logica conseguenza invece, nella ripresa, c’è stato un calo di concentrazione e di gambe, abbiamo subito il ritorno di Partenope sbagliando tanto e concedendo troppe punizione che hanno permesso loro di stare a galla. 

Dobbiamo fare un bagno d’umiltà, il nostro obiettivo è il raggiungimento della serie A e in questa maniera non andiamo da nessuna parte; è una sconfitta che pesa molto ma che deve ricaricare le batterie per la prossima gara. Non voglio alibi, anche se non giocavamo da due settimane, perché noi eravamo superiori e dovevamo dimostrarlo”.