L’unione e la sinergia dei club alla base della rinascita del rugby catanese con il sicilorum gimnasium.

Un pomeriggio straordinario, ad Acicatena, dove 60 giovani atleti delle tre società Cus Catania, Amatori Catania e Unione rugby delle Aci, che disputeranno il campionato d’Elite’ e under 18 regionale, hanno dato vita ad un’amichevole di spettacolo che lancia basi solide per il futuro.

Tutti uniti verso il futuro. Il progetto è stato spiegato più volte, ma i fatti e il campo stanno dando ragione all’ambizioso Sicilorum Gimnasium che racchiude le migliori eccellenze in campo del Cus Catania, Amatori Catania e Unione rugby delle Aci.

Ieri pomeriggio proprio la società acese e i suoi dirigenti hanno messo a disposizione la confortevole struttura del Polivalente di Acicatena per questo incontro amichevole tra una squadra formata da un mix di ragazzi under 18 del Cus Catania e Amatori Catania contro una rappresentativa di pari grado dell’Unione Rugby delle Aci. Spettacolo sul campo e sulle tribune gremite dell’impianto pronte ad applaudire e incitare il talento di questi piccoli campioni in erba.

Il tutto è stato coordinato da Giuseppe Costantino coadiuvato da Domenico Scavone e Riccardo Musumeci con la supervisione del dirigente Ester Di Bartolo.

Un ottimo test per esaltare il progetto Sicilorum Gimnasium e preparare i giovani atleti ai due campionati d’Elitè e Regionale che devono vedere i talenti del rugby nostrano Cus Catania e Amatori uniti per raggiungere gli obiettivi stagionali. Nel campionato d’Elitè il traguardo rimane quello dei play-off già acciuffato negli ultimi due anni, mentre l’Under 18vuole vincere il campionato regionale.

Tutto questo testimonia il valore della collaborazione assoluta tra le tre società e lo sviluppo costante del progetto Sicilorum Gimnasium che nel prossimo futuro vedrà i migliori rugbisti catanesi vestire un’unica maglia che può rappresentare il rilancio e la nuova conquista del rugby catanese.

Amatori Catania Rugby
Ufficio Stampa
Attilio Scuderi