ULTIMO ATTO DOMENICA AL PAOLONE CONTRO IL BENEVENTO PER LA DOMUSBET AMATORI CATANIA TRA ORGOGLIO, PASSIONE E VOGLIA DI CHIUDERE IN BELLEZZA.

La squadra di Ezio Vittorio metterà in campo cuore e passione per Ottimi i risultati ottenuti dai ragazzi etnei under 12 e under 14 al torneo “Coppa Iqbal Masih” organizzato dai Briganti di Librino.

 

La stagione della Domusbet Amatori Catania volge ormai al termine. Il sogno chiamato “Serie A” è svanito a pochi passi dal traguardo, a pochi attimi dal suo raggiungimento. Ciò, però, non ridimensiona una stagione comunque fantastica, in cui i ragazzi di coach Ezio Vittorio non hanno lasciato nulla di intentato in nessun campo, contro qualsivoglia avversario. Oltre alla soddisfazione per quanto fatto in questa positiva annata, c’è da considerare il futuro, sempre più luminoso e colmo di speranze. A confermarlo ci pensa la carta d’identità di buona parte dei ragazzi scesi in campo, la cui età media è di circa 21 anni; un gruppo che, nonostante la gioventù, ha saputo portare avanti un ottimo processo di crescita, passo dopo passo, settimana dopo settimana, partita dopo partita. I pensieri, i programmi e gli obiettivi inerenti la prossima stagione si delineeranno nei prossimi mesi, con la consapevolezza di volersi ancora una volta mettere in gioco. Intanto, c’è un campionato da portare a termine nel migliore dei modi, per chiudere il cerchio e per dare prova tangibile della propria forza.

Già, perché il prossimo avversario della Domusbet Amatori Catania sarà proprio quel Benevento inseguito nell’ultimo turno stagionale ma poi vincitore contro Civitavecchia; un successo che, come detto, ha interrotto bruscamente la visione onirica della promozione. Campani, adesso, che occupano la prima posizione nel girone ma che dovranno vedersela con un Amatori vogliosa di riscatto, che a Pagani, lo scorso fine settimana, ha fatto il suo dovere, mostrando i muscoli e ottenendo il successo senza battere ciglio. I punti sprecati lungo questo lungo tragitto sono, forse, costati cari a O’Loghlen e compagni, vedi quello contro l’Amatori Messina. Proprio i peloritani sono i diretti concorrenti verso la conquista del terzo posto, importante non tanto per obiettivi sportivi ma per l’orgoglio di chi vuole salutare il proprio pubblico nel migliore dei modi e per quel primato siciliano che, sotto sotto, è sinonimo di un minimo di soddisfazione e di vanto. Benevento è, però, una squadra forte, compatta, desiderosa di mantenere il primato dall’assalto di Civitavecchia; al “Paolone” tutto è possibile ed i ragazzi di Vittorio hanno dimostrato più volte di potersela giocare ad armi pari con chiunque, battendo già in un’occasione la compagine campana.

Vincere, quindi, per orgoglio, passione, per il pubblico e per “incoronarsi” miglior squadra siciliana di questo campionato di serie B. Le motivazioni, ergo, non mancano.