Derby che recupera la partita del 2 novembre valida per  la V giornata del campionato di rugby serie B Girone 4 Poule 2, interrotta per infortunio dell’arbitro.

Parte forte l’Amatori Messina e dopo qualche minuto va in meta con un’azione furba e veloce a ridosso dei cinque metri avversari. Risponde Davide Vasta coniugando velocità e forza, 5 a 5 e si promette spettacolo, invece la partita si fa sempre più dura e fallosa, tanto che alla fine ci saranno 5 cartellini gialli.

L’Amatori Catania sale in cattedra e macina gioco su gioco, ma raccoglie solo tre punti con una punizione trasformata da Fabio Borina, l’Amatori Messina approfitta della situazione favorevole con la sua mischia e va in meta, primo tempo 10-8.

Secondo tempo, palla sempre in mano ai bianco rossi sponda Catania, con azioni che arrivano o superano l’ottava fase, ma o un fallo fischiato per tenuto a terra o un in avanti inficiano le incursioni, forse eccessive, della mediana.

Su l’ennesima azione a gioco aperto l’Amatori Catania segna la sua seconda meta con Rosario Di Paola, Fabio Borina (che poco prima aveva sbagliato di poco un piazzato), centra i pali e si va sul 10-15 a circa dieci minuti dalla fine.

Sull’ennesima palla persa dal Catania il Messina calcia lungo, palla in area di meta, ma i trequarti catanesi ripartono, perdono la palla e l’Amatori Catania non riesce ad uscire più da quella zona del campo.

Punizione per il Messina per l’ennesimo fallo fischiato per tenuto a terra, trasforma Santilano, 13-15; l’esiguo vantaggio non permette distrazioni, ma la caparbietà dei bianco rossi sponda Messina viene premiata con una punizione per un placcaggio alto a pochi metri dai pali, Santilano non sbaglia per il 16-15 finale.

L’arrembante finale è caratterizzato dalla confusione e dai placcaggi corretti, ma duri, alla fine la squadra che meglio ha saputo sfruttare le sue armi ha vinto. Un solo punto in classifica per l’Amatori Catania, che deve andare avanti nel suo progetto.