L’Amatori Catania Rugby inizia la pool promozione in serie A con una sconfitta, contro quel CUS Roma che già la stagione  scorsa fu ad un passo dalla serie A e che quest’anno si è rafforzato.

L’Amatori Catania arriva a Roma con qualche problema di formazione: out Montedoro, Fabrizio Guglielmino e Zappalà, con Ferrara inutilizzabile; ciononostante Borina segna punti e tiene il CUS Roma in guardia, che, forte di una mischia coriacea, marca meta nel primo tempo e difende il vantaggio per tutto l’incontro, tanto che il parziale del secondo tempo è 3 – 3.

L’Amatori di capitan Di Paola paga caro le due espulsioni temporanee di Mannarà e Grimaldi nel secondo tempo, tanto da giocare anche alcuni minuti in tredici, cosa questa, che taglie le gambe e le opportunità di vittoria per i biancorossi catanesi, che comunque con una forte Vasta cercano meta e punti fino all’ultimo respiro.

Non c’è da esultare, no, ma nessuno spazio al disfattismo: molti i segnali positivi, perdere in casa della squadra più forte e titolata del girone di soli 10 punti con una formazione rimaneggiata e giocando oltre quindici minuti con un uomo o due in meno e comunque tenere duro, è segno di un gruppo forte e che ha grandi potenzialità, potenzialità che dovranno essere espresse al meglio domenica 25 alle 11:30 al “Benito Paolone” contro il Benevento Rugby.