Era prevista una partita difficile e combattuta e così è stata: specie il primo tempo ad alti livelli e intensità, ma con molti errori nel gioco alla mano, soprattutto da parte dei bianco rossi, specie nelle ripartenze di Vasta, Borina e Moncada. Primo tempo che si conclude 3 a 3 con Giuseppe Valenti che sbaglia troppi calcio per il Reggio Calabria Rugby.

Nel secondo tempo la preparazione atletica dell’Amatori Catania, superiore per la categoria grazie al preparatore Marino, porta ad un parziale di 16 a 0, con Valenti che sbaglia altri due piazzati, mentre Fabio Borina inanella una serie di 5 su 6 con l’unico errore che si stampa sul palo…

Ma a salire in cattedra è Rosario “Rappareddu” Di Paola che calcia da oltre i 10 metri in difesa in profondità, una palla alla quale nessuno crede, se non lui, che corre con le ali ai piedi, recupera venti metri sui difensori e schiaccia in meta di fronte ad un attonito Scott Palmer, basito di fronte a tanta caparbia velocità.

La mischia dell’Amatori preferisce cedere qualche metro, ma non fare fallo, resiste negli ultimi 4 minuti all’assalto coraggioso del Reggio Calabria, ne fa le spese Nino Certo con un giallo, ma l’aria di meta rimane inviolata, l’Amatori vince con tanto cuore e capacità; qualche errore in meno nei primi trenta minuti e le mete sarebbero state di più, ma oggi quel che conta, come bene ha detto coach Vittorio, era la vittoria.

Vittorio, Ezio - Allenatore Seniores - Amatori Catania Rugby.com

Vittorio, Ezio – Allenatore Seniores – Amatori Catania Rugby.com

Buona davvero la prestazione della mischia in difesa, dove si registra l’ottimo debutto di Luciano Amato. Finisce 19 a 3.

 

La strada per la serie A è appena iniziata, domenica prossima c’è il Benevento che in quella serie A fino all’anno scorso ci giocava, l’Amatori dovrà far vedere di che pasta è, il pubblico dovrà essere quello delle grandi occassioni, “arriba, arriba , Amatori!!!”