Una giornata no è una giornata no, eppure si era messa bene la partita: il Benevento sbaglia due punizioni, mentre il cecchino Borina subito ne indovina una, poi dopo due assurde situazioni da meta non concretizzate proprio sulla linea e sullo scadere del primo tempo la meta di Antonino Palmieri (in foto), Benevento più forte in mischia, specie i primi cinque uomini, Amatori padrone nel gioco aperto, prima frazione: 10 a zero.

Nel secondo tempo la svolta: il Benevento insiste sul gioco in mischia chiusa, macina metri e punizioni, tante tali da condurre l’arbitro ad assegnare due mete di punizione, l’Amatori ha un paio di guizzi, ma finiscono malamente in touch, non c’è la testa ed arriva la terza meta degli ospiti, stavolta su gioco.

Chiudono in avanti i biancorossi, almeno per prendere il bonus difensivo, ma niente.

Finisce 10 a 19 per un quadrato e volenteroso Benevento.