GIOCA BENE MA PERDE LA BINGO FAMILY AMATORI CATANIA.

Gli etnei dominano la gara ma sono fatali gli errori che regalano mete pesanti alla Capitolina

Fa male perdere, e consegna maggiormente rabbia quando giochi meglio degli avversari ma alla fine raccoglie solo complimenti e briciole. Perde la Bingo Family Amatori Catania per 29 a 13 contro i padroni di casa della Capitolina. Seconda sconfitta consecutiva in campo esterno e ancora tantissimo spreco in casa etnea.

Il quindici allenato da Ezio Vittorio ha giocato una grande partita, a tratti dominando l’avversario senza riuscire però a capitalizzare le proprie occasioni. Una sorta di mal di trasferta, ma che di contro consegna fiducia per il futuro nonostante la vittoria.

I numeri però parlano di seconda sconfitta consecutiva che non riescono a dare continuità alla vittoria di domenica scorsa sul Colleferro. La Capitolina si è dimostrata squadra solida e ben attrezzata per il campionato con una pressione costante della zona mediana. Abili i romani a colpire gli avversari su errori di questi ultimi, nonostante una gara non giocata nel migliore dei modi.

Vittorio ha confermato Giammario nel ruolo di mediano di mischia, con Camino in apertura e capitan Borina da estremo. Pronti-via ed è però subito la Capitolina a portarsi avanti, grazie alla meta realizzata da Masetti poi trasformata da Marini, che vale il 7-0 iniziale. L’Amatori però era li sul pezzo, senza demordere trovando per di più l’immediata reazione grazie al solito, precisissimo, piede di Fabio Borina, che segna i primi punti della giornata per l’Amatori.

Etnei però imprecisi spesso in impostazione e anche poco fortunati: gara controllata, dominata ma imprecisi nel finalizzare vedi l’episodio della meta non meta di Ferrara.

Capitolina invece cinica e capace di piazzare il +7 grazie alla punizione calciata da Marini, che consente così ai suoi di chiudere i primi 40 minuti in vantaggio. Nella ripresa sussulto Bingo Family Amatori Catania vogliosa di andare a pareggiare i conti: la meta del 10-8 arriva grazie a una bella giocata di Ardito con Borina che centrava ancora i pali portando il risultato sul 10-10. Gli ospiti spingevano, tenendo in mano il pallino del gioco ma, ancora una volta, commettono un errore che costa caro; stavolta è Murer a schiacciare l’ovale in meta, favorendo poi la trasformazione ancora una volta di Marini per il momentaneo 17-10. Amatori pronta a reagire ma la grande concretezza dei romani permette loro di segnare ancora una, stavolta per merito dello stesso Marini che però poco dopo non trasforma. Sul 22-10 è ancora Borina a cercare di riportare a galla i suoi, ancora una volta su punizione. I padroni di casa però chiudono il match a pochi momenti dalla fischio finale. È di nuovo Masetti il marcatore, per quella che è la seconda meta della sua partita decisiva per il 29-13 finale, ancora una volta dovuto alla trasformazione del solito Marini.

Amatori Catania che dunque raccoglie una sconfitta amara e pesante, scivolando al quinto posto in classifica a quota 9 punti, sorpassata dalla sorprendete Napoli Afragola (14), da Civitavecchia (13) e da Villa Pamhpili (10). Sempre più sola in vetta invece la Capitolina, ancora imbattuta a quota 16 punti. Villa Pamphili che, domenica prossima, sarà di scena proprio al Paolone contro l’Amatori. Servirà svoltare, cercare di invertire in trand cercando quella continuità di risultati, più che di prestazioni, che in questo avvio di campionato è venuta a mancare.