Under 18 vince contro il IV circolo Benevento, ma non accede alla finale.
Amara vittoria che vede l’under 18 dell’Amatori Catania Rugby dominare l’incontro, ma non concretizza con mete e punti.
Accade così che il IV Circolo Benevento, dopo tre minuti dalla fine del tempo regolamentare, trova in un fallo di un avanti la manna dal cielo, che il numero 10 beneventano, il bravo Cozzi, trasforma in tre punti, che permettono alla squadra campana di accedere alla finale per l’accesso al campionato di under 18 élite.
La partita dopo sei minuti alla seconda incursione biancorossa si metteva in discesa per l’Amatori, espulso per un pugno Borracino, il numero 13 beneventano, due minuti dopo meta di forza degli avanti catanesi, trasforma Sapia, dopo 10 minuti 7 – 0, sembra essere la giornata giusta, ma non è così. Troppi calci e troppo gioco di mischia, palloni smistati lentamente, che non permettono di sfruttare la superiorità numerica, portano ad una sterile supremazia che non fa cambiare il risultato del primo tempo. Da segnalare l’espulsione, per qualche commento di troppo, dell’allenatore del IV circolo Benevento.
Secondo tempo, continuano i cambi, entra per l’Amatori Catania Costanzo, una delle sue incursioni permette a Spinale di potersi involare in meta, ma inspiegabilmente invece di schiacciare l’ovale in bandierina si accentra, viene preso e palla in aria, niente meta.
Al 16° del secondo tempo Sapia centra l’acca e si va sul 10-0, l’andata si concluse 27-10, due mete per parte, occorrerebbe una meta per mettere in parità la differenza punti e per le mete fatte passerebbe l’Amatori Catania, meta che arriva al 34°: touch a circa 8 metri dalla linea di meta, giocata su Di Bella, spinta e palla in meta, da posizione defilata Sapia trasforma, pubblico e squadra in tripudio, è il 36° (nella categoria juniores ogni tempo dura 35 minuti), basta che alla ripresa del gioco la palla esca e l’Amatori va in finale.
Mentre Sapia trasforma, un ragazzo del Benevento, il numero 1 Asfaldo, si accascia al suolo, subito il medico presta i primi soccorsi, l’autoambulanza entra in campo di gioco per assistere il giocatore, che di lì a poco si riprenderà.
Dopo la lunga interruzione, si riprende, vola un minuto, i biancorossi non mordono, sul finire di un altro minuto di gioco, un in avanti volontario della squadra di casa, calcio di punizione per il IV circolo e il numero 10 beneventano, Cozzi, non si lascia scappare l’occasione, piazza, realizza e consegna, per differenza punti, la finale alla sua squadra che ci ha creduto fino all’ultimo secondo.
Ripresa del gioco, palla fuori, fine partita.
L’under 18 dell’Amatori Catania finisce qui con un’amara vittoria la sua stagione caratterizzata da un campionato regionale dal quale esce imbattuta, imbattuta in casa nei play off, con alcuni elementi di spicco che già hanno fatto presenze in serie B.
Il duo Musumeci-Vinti che ha allenato questi ragazzi è dispiaciuto, “Certo non andare in finale per tre punti, a tempo ampiamente scaduto, fa male, ma questo è il rugby. Occorre accettare il risultato del campo e imparare per la prossima.”
Un tocco di sano cinismo avrebbe portato un altro fine campionato; cinismo e bravura che i ragazzi del IV circolo Benevento hanno avuto.
La formazione dell’under 18:
Maddalena, Tripi, Mendosa, Balducci, Spinale, Sapia, Di Maria, Giunta, Di Bella, Martelli, Zuccarello, Minnì, Murabito, Gelsomino, Battaglia; Di Guardo, Russo, Chiarcos, Rosalia, Scandura, Costanzo, Aura.